di Marco Locatelli 16 Novembre 2019
pokemon

All’interno del nuovo videogioco per Nintendo Switch, Pokemon Spada e Pokemon Scudo, è presente una meccanica relativa alla preparazione di diverse pietanza e base di curry da mangiare e far mangiare alle proprie creature per ottenere determinati effetti benefici.

La domanda che in tanti si erano fatti in fase di lancio del gioco era: ma il giocatore si troverà di fronte alla preparazione di piatti a base di Pokemon da dare in pasto ad altri Pokemon? Questo perché da alcuni trailer e immagini era emersa la presenza di piatti con qualcosa che somigliava a delle vere e proprie salsicce. Un dettaglio non proprio eticamente passabile. Un dettaglio che lo stesso sviluppatore del gioco Shigeru Ohmori si era rifiutato di commentare.

A dare una risposta il gioco stesso in questi giorni, disponibile sugli scaffali dei negozi da ieri, 15 novembre. Le salsicce in questione non sono altro che code di Slowpoke. “Uno dei tanti ingredienti che possono essere utilizzati per cucinare nel tuo campo – si legge nella descrizione – Quando una coda di Slowpoke cade, ricresce rapidamente (quindi niente Pokemon macellato o maltrattato, farebbe tutto la natura ndr)”.

In realtà nell’universo Pokemon non è la prima volta che un sottoprodotto dei mostriciattoli colorati viene mangiato, basti pensare alle uova di Chansey oppure al latte Moomoo di Miltank. In Pokemon Spada e Scudo si può cucinare un piatto a base di curry con un grande uovo sodo, forse di Chansey, e c’è pure un formaggio realizzato con il latte Moomoo.