di Valentina Dirindin 23 Maggio 2020
festa brindisi

Una festa in un bar del centro, senza distanziamenti né mascherine: è successo a Pordenone. I fatti risalgono al 18 maggio, primo giorno di riapertura dopo il lockdown. Una riapertura che avrebbe dovuto essere graduale, e rispettare le regole previste, tra cui in primis il distanziamento sociale e l’obbligo del mantenimento delle mascherine per i clienti. Invece, a quanto si apprende, in un caffè in pieno centro storico la questione è stata presa decisamente alla leggera.

Nella notte tra il 18 e il 19 maggio, infatti, si sarebbe svolta nel bar una festa in piena regola, con almeno una ventina di persone presenti. Molte di loro non avevano le mascherine, e praticamente nessuno manteneva le distanze.

I residenti hanno ampiamente documentato e denunciato anche gli atteggiamenti molesti dei partecipanti, che pare abbiano continuato a fare rumore e a festeggiare fino alle tre di notte. Per questo, il Questore ha deciso per un provvedimento d’urgenza e ha chiuso il bar per un periodo di 45 giorni.

Inoltre, la titolare del caffè è stata multata per un totale di 400 euro per non aver rispettato le normative vigenti. Si rende anche noto che i partecipanti alla festa verranno, grazie alle documentazioni fornite dai residenti, identificate ed eventualmente sanzionate per i loro comportamenti.

[Fonte: Il Gazzettino]