di Valentina Dirindin 9 Agosto 2020
grigliata

Una mega grigliata improvvisata usando come appoggio dei bidoni di combustibile: non una grande idea, in effetti, che è finita a Pordenone con sequestri e denunce. L’idea di due abitanti del quartiere Vallenoncello era quella di realizzare un banchetto funebre come la loro tradizione richiede, ma a causa dei bidoni usati le conseguenze avrebbero anche potuto essere gravi.

Per arrostire la carne e il pesce per il banchetto, le griglie erano state piazzate sopra una serie di bidoni da olio combustibile. Il risultato era un  odore nauseabondo che si è immediatamente sparso per tutto il quartiere, proveniente – dicono gli abitanti, che hanno avvisato la polizia – sia dai bidoni scaldati che dagli alimenti in pessimo stato di conservazione. Così, dopo le segnalazioni, la polizia di Stato e la polizia locale sono intervenute sul posto, accompagnati anche dal  personale dell’Azienda sanitaria, che ha verificato la gravità della situazione e informato la Procura.

La grigliata funebre è quindi finita in un sequestro di circa 500 chili di carne e pesce e con la denuncia per reati in materia di disciplina igienica nella produzione di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione dei due chef grigliatori improvvisati.

[Fonte: Tg 3 Regionale]