Proteine vegetali, il 60% dei consumatori si aspetta l’alternativa

I consumatori, in particolare quelli tra i 18 e i 44 anni, si aspettano sempre di più che nei negozi e nei supermercati ci siano proteine vegetali alternative alla carne e ai derivati animali. È il risultato di una ricerca commissionata dal produttore svizzero di cioccolato Barry Callebaut in Europa occidentale, Usa e Australia: i […]

latte

I consumatori, in particolare quelli tra i 18 e i 44 anni, si aspettano sempre di più che nei negozi e nei supermercati ci siano proteine vegetali alternative alla carne e ai derivati animali. È il risultato di una ricerca commissionata dal produttore svizzero di cioccolato Barry Callebaut in Europa occidentale, Usa e Australia: i millennial e la generazione Z sono attivamente alla ricerca di alimenti a base vegetale.

“I consumatori si aspettano che ogni marchio disponga di un’opzione a base vegetale. Che siano essi vegani, vegetariani, ma anche flexitarian e onnivori“, ha detto a FoodIngredientsFirst Sofia Popova, direttore marketing EMEA Food Manufacturers di Barry Callebaut. La ricerca, che ha coinvolto più di 3.200 partecipanti, mostra che il 60% degli intervistati si aspetta che i marchi alimentari offrano un’opzione a base vegetale rispetto al 43% di Gen X e Boomer, di età compresa tra 45 e 75 anni.

Carne vegetale

Una ricerca simile condotta in Europa occidentale nel 2020 ha mostrato che solo il 25% degli intervistati ha consumato opzioni di cioccolato a base vegetale o vegana, riporta la società. Entro la fine del 2021, questo numero era salito a quasi il 64%. Le motivazioni chiave per scegliere cioccolato a base vegetale sono la salute, il gusto e la dieta. Solo il 12% degli intervistati ha scelto dolci a base vegetale a causa di allergie.