di Marco Locatelli 23 Settembre 2020

La richiesta di iscrizione della Provola dei Nebrodi nel registro delle denominazioni di origine protetta (Dop) ha ricevuto l’ok dalla Commissione europea.

E così, con il formaggio siciliano a pasta filata che diventa Dop, sale a 306 (in totale 1.480) il numero degli alimenti italiani Dop/Igp, e di questi 64 sono siciliani (di cui 5 formaggi), come scrive il Giornale di Sicilia.

Insieme alla Provola di Nebrodi, in Sicilia i formaggi Dop sono: Ragusano; Pecorino Siciliano; Vastedda della Valle del Belice; Piacentinu Ennese.

“La Provola dei Nebrodi è uno dei formaggi più antichi della Sicilia – si legge in una nota della Commissione – l’esperienza e il know-how del casaro […] fattori determinanti per la qualità e l’unicità del prodotto”.

“Traguardo importante – dichiara l’assessore all’Agricoltura di Regione Sicilia Edy Bandiera – . Ancora una volta è il segnale che la qualità in Sicilia viene premiata. Sprone soprattutto per i tanti giovani che, in questi anni, abbiamo avviato in agricoltura e che vorranno scommettere sulle produzioni regionali”.

Fonte: Giornale di Sicilia – Ansa