Regno Unito, messa all’asta una fetta della torta nuziale di Carlo e Diana

Una fetta della torta nuziale di Carlo e Diana è stata messa all'asta per una base di partenza di appena 300 sterline.

torta nuziale caro diana

Mangiarla ci sembra un atto azzardato, ma mentiremmo nel dire che l’idea di aggiudicarci una fetta della torta nuziale di Carlo e Diana non ci stuzzica almeno un pochino. Certo, prima di fantasticherie e constatazioni gastronomiche, ovviamente, nel leggere queste parole è inevitabile il sorgere di una domanda: come ci è finita una torta di uno dei matrimoni più iconici della storia recente all’asta? Chiedere è legittimo, soprattutto quanto la risposta è sorprendentemente facile: merito del signor Nigel Ricketts, uno degli invitati alla cerimonia che, per qualche motivo, decise di conservare per oltre 40 anni una fetta del dolce in questione (avrà avuto mal di pancia?). Quel che è ancora più assurdo è che con ogni probabilità, con la dipartita di Ricketts, nessuno sarebbe venuto a conoscenza del suo segreto: in questo senso bisogna ringraziare i suoi familiari che, evidentemente ansiosi di fare cassa (d’altronde in quel d’oltremanica l’inflazione è ai massimi storici) hanno deciso di mettere all’asta il prezioso cimelio.

Si tratta di un dessert alla frutta chiuso in una scatoletta bianca come la neve, decorata con le iniziali in oro degli sposi e l’inconfondibile cresta del principe del Galles. “Sembra ancora una fetta di torta nuziale che ha mantenuto la sua forma e il suo aspetto” ha commentato Guy Tayler, responsabile delle vendite interne di Dore and Rees, famosa casa di aste britannica. La fetta in questione, secondo quanto lasciato trapelare, dovrebbe provenire dalla torta principale della cerimonia – i pasticceri, per l’occasione, ne prepararono ben 23! -, alta un metro e mezzo e declinata in cinque livelli. Ok, ora che le introduzioni e le spiegazioni hanno fatto il dovuto corso, sorge una seconda, legittima, domanda: how much?

La base d’asta si attesta sulle 300 sterline, equivalenti grossomodo a 343 euro, anche se di fatto pare scontato che la cifra sia destinata a salire parecchio: basti pensare che, nell’ormai lontano 2013, un individuo rimasto anonimo si aggiudicò un piccolo spicchio della torta nuziale di William e Kate per più di 4 mila dollari.