Regno Unito: raddoppiata la quantità di zucchero nelle barrette di cioccolata

Nonostante la lotta agli zuccheri, nel Regno Unito pare che la quantità di zucchero contenuta nelle barrette e tavolette di cioccolata sia raddoppiata nel corso degli anni.

Sembra che la quantità di zucchero nelle barrette di cioccolato nel Regno Unito sia raddoppiata nel corso degli ultimi anni. Altro che lotta agli zuccheri: la quantità di zucchero in alcune delle tavolette di cioccolato preferite in Gran Bretagna è aumentata vertiginosamente, nonostante l’impegno del settore nella riduzione dei livelli per combattere l’obesità. Secondo un nuovo studio, in media le barrette e tavolette prodotte da Cadbury, Nestlé e altri sono passate dal 44% di zucchero del 1992 al 54% nel 2019.

Secondo i ricercatori, la colpa di questo aumento andrebbe ricercata nell’aumento del costo del cacao: il cacao, infatti, è molto più costoso dello zucchero. Ma ecco l’incremento della percentuale di zucchero nelle principali tavolette di cioccolato inglese dal 1992 al 2019:

  • Cadbury Dairy Milk Fruit & Nut: da 32% a 54.5%
  • Cadbury Flake: da 47% a 55.5%
  • Cadbury Curly Wurly: da 40% a 49%
  • Cadbury Double Decker: da 40% a 54%
  • Cadbury Fudge: da 50% a 65%
  • Cadbury Dairy Milk Caramel: da 42% a 53.5%
  • Nestlé’s Yorkie Raisin & Biscuit: da 53% a 58%
  • Marks & Spencer’s Swiss milk chocolate: da 43% a 50.2%
  • Sainsbury’s Milk Chocolate: da 22.9% a 53.6%
  • Sainsbury’s Milk Chocolate Brazil nuts: da 32.7% a 41%

In media, i livelli di zucchero sono saliti dal 44,6% del 1992 al 54,7% del 2019. Il maggior aumento lo si è avuto con la cioccolata al latte Sainsbury, passata dal 22,9% al 53,6%. La cosa curiosa è che lo scorso giugno il governo aveva sfidato i rivenditori di generi alimentari e i produttori a ridurre la quantità di zuccheri contenuti negli alimenti più consumati dai bambini, almeno del 20% entro il prossimo anno. Secondo il governo, infatti, i bambini inglesi mangiano tre volte la quantità di zuccheri raccomandata al giorno, con cioccolato e dolci che rappresentano circa il 6% di tutta l’assunzione di zucchero della loro dieta.

E anche per gli adulti non va meglio: gli inglesi ne assumono circa 14 cucchiaini al giorno, il doppio del massimo raccomandato dagli esperti. Secondo gli attivisti, l’unico modo per arginare questo problema è mettere una “tassa calorica” su torte, cioccolato e altri dolci, visto anche il successo della tassa sullo zucchero per quanto riguarda i produttori di bevande gassate.

[Crediti | Daily Mail]

Avatar Manuela

19 Agosto 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento