di Manuela 11 Marzo 2020
Iginio Massari

Iginio Massari ha donato tre respiratori agli Spedali Civili di Brescia e chiede a tutti un aiuto per la raccolta fondi. Ma non solo: il celebre pasticcere ha anche deciso di chiudere i locali di Brescia, Milano e Torino proprio a causa dell’epidemia da Coronavirus.

Iginio Massari ha chiesto aiuto a tutti per cercare di rafforzare i reparti di terapia intensiva e rianimazione, fornendo soprattutto attrezzature e dispositivi necessari. Sulla sua pagina Facebook Iginio Massari ha fatto sapere che non ritiene sufficiente la chiusura dei locali. La tutela delle persone passa anche attraverso la generosità.

Per questo motivo si è sentito in obbligo di donare tre ventilatori per la Rianimazione agli Spedali Civili di Brescia. E poi ha lanciato l’appello, chiedendo aiuto a tutti per sostenere questa iniziativa. Il messaggio è stato firmato da Massari e dalla famiglia, mentre la raccolta fondi citata è quella dell’Associazione La Zebra onlus di Brescia.

Massari ha poi aggiunto che per proteggere l’incolumità di collaboratori, clienti e fornitori ha deciso di chiudere i punti vendita di Brescia, Milano e Torino. Rimane invece attivo lo shop online: qui verrà attivato anche il delivery.

Questo è il post di Facebook dove Iginio Massari ha invitato tutti a partecipare alla raccolta fondi:

Attenzione‼️ Vi chiediamo la massima condivisione 🆘Non riteniamo bastevole la chiusura dei locali . La doverosa tutela…

Gepostet von Iginio Massari am Dienstag, 10. März 2020

e questo quello dove ha annunciato la chiusura dei locali:

Comunicazione importate :carissimi amici , per salvaguardare l’incolumità di tutti i nostri preziosi collaboratori,…

Gepostet von Iginio Massari am Dienstag, 10. März 2020