di Valentina Dirindin 30 Gennaio 2021
new york

I ristoranti di New York potranno riaprire anche al coperto per le celebrazioni di San Valentino.

La notizia – una boccata d’aria fresca per i ristoratori della città, messi in grave crisi dalle restrizioni per contenere il contagio da Coronavirus – è stata annunciata dal governatore Andrew M. Cuomo, dopo un lunghissimo periodo di chiusure forzate.

Dopo aver chiuso i ristoranti a marzo, il governatore aveva permesso la riapertura dei ristoranti al coperto a fine settembre, ma le restrizioni erano nuovamente state imposte a metà dicembre, a causa della seconda ondata. Fino ad ora, ristoranti e bar avevano l’unica possibilità di delivery e cibo da asporto, oltre a poter accogliere i clienti all’aperto, un’opzione sempre più insostenibile con l’avanzare del gelido inverno newyorkese.

A partire dal 14 febbraio, ora, i ristoranti della città potranno ospitare i loro clienti anche all’interno dei locali, con una capacità massima del 25%.

Un’occasione fondamentale per approfittare di una delle celebrazioni che da sempre sono cruciali per il settore, con migliaia di coppie che festeggiano il giorno degli innamorati con una romantica cena fuori.

Sebbene l’industria della ristorazione abbia accolto positivamente l’annuncio, è stato tuttavia criticato il ritardo con cui verrà consentita la riapertura, fra due settimane. Ritardo che – ha spiegato il governatore Cuomo – ha lo scopo di dare alle aziende il tempo di organizzarsi con le forniture e il reintegro dei lavoratori.

Cuomo ha anche avvisato che la decisione potrebbe cambiare se il tasso di positività al Coronavirus peggiorasse nelle prossime settimane.

[Fonte: New York Times]