di Valentina Dirindin 26 Maggio 2020
conti assicurazione

A Parigi un ristorante è stato risarcito dall’assicurazione per le perdite economiche causate dal Coronavirus. A stabilire che Axa dovesse rimborsare un ristoratore per i due mesi di mancate entrate dovute al lockdown e alla chiusura forzata, è stato il tribunale francese, creando un precedente interessante. Axa aveva provato a sostenere che la sua policy non non copriva l’interruzione dell’attività causata dalla crisi sanitaria, ma il tribunale ha dato ragione al ristoratore.

Dopo l’apertura a un’ondata di contenziosi potenzialmente creati sulle stesse basi, Axa ha dichiarato di voler soddisfare la maggior parte delle richieste di risarcimento da parte dei proprietari di ristoranti.

L’amministratore delegato Thomas Buberl ha infatti dichiarato che AXA ha in programma di compensare le perdite dovute all’interruzione forzata dell’attività alla maggior parte dei proprietari di ristoranti i cui contratti erano simili a quello finito in tribunale.

“Questi contratti rappresentano meno del 10% del totale dei contratti con i proprietari di ristoranti e sono fiducioso che troveremo una soluzione”, ha affermato Buberl. “Vogliamo compensare una parte importante di questi contratti, e vogliamo farlo rapidamente”, ha aggiunto.

Inoltre, Axa ha anche affermato che fornirà ulteriori 500 milioni di euro in aiuti alle piccole imprese. “L’idea è chiaramente quella di rafforzare quelle aziende che sono indebolite da questa crisi”, ha detto Buberl.

[Fonte: New York Times]