di Valentina Dirindin 12 Giugno 2020
trabucco mimì

Il Trabucco da Mimì, celebre ristorante pugliese sul mare, ha trovato un modo molto originale di costruire un menu contactless: il “digital menu” è impresso con un QR code sulle pietre della costa. In un momento in cui anche la possibile contaminazione dei menu è una questione da tenere in considerazione per consentire una riapertura dei ristoranti in sicurezza, in molti si sono ingegnati alla ricerca di soluzioni alternative e divertenti. C’è chi, per fare un esempio, ha inventato il menu commestibile.

E c’è chi, come i giovani gestori dello storico Trabucco di di Peschici (noi c’eravamo andati poco dopo la scomparsa di Mimì), sul Gargano, hanno pensato di sfruttare ciò che la natura ha lasciato intorno a loro. Vincenzo e Domenico Ottaviano spiegano che questa scelta è in continuità con tutto ciò che il loro ristorante rappresenta: chi viene qui vuole fondersi con il mare, cenare sentendo il rumore delle onde che si infrangono sulla scogliera, assaporarne i suoi frutti.

In effetti, quella delle pietre che si fanno menu sembra una soluzione in linea con l’estetica del Trabucco, dove tutto richiama il mondo dei pescatori e l’ambientazione costiera. Così, sui sassi portati dalle onde, ora c’è il menu digitale del trabucco, in una soluzione sostenibile. Niente plastica, niente materiali usa e getta: solo pietroline che, una volta superata l’assurda situazione che obbliga i ristoratori a ingegnarsi con le proprie scelte, verranno ributtate in mare.

[Fonte: Repubblica]