di Valentina Dirindin 30 Marzo 2021
zingaretti

Nicola Zingaretti avverte chi parla di “riaprire tutto”, ristoranti compresi: non è il caso di farsi false illusioni, secondo quanto dice il presidente della Regione Lazio.

Intervenuto durante la trasmissione Mattino Cinque, Nicola Zingaretti ha spiegato il suo punto di vista rispetto alla pandemia e alla crisi economica che l’Italia sta vivendo, soprattutto in determinati settori imprenditoriali, come quello della ristorazione.

Una posizione che in parole povere si può semplificare con un no alle riaperture affrettate e una richiesta di accelerare i sussidi e i contributi per tamponare le difficoltà economiche di chi è costretto a stare chiuso, mentre si lavora per sconfiggere il Coronavirus.

“Ricordiamo le discoteche?”, ha detto l’ex segretario del Partito Democratico facendo evidentemente riferimento all’aumento dei contagi del dopo vacanze dell’estate 2020, quando una serie di norme sempre meno restrittive avevano contribuito alla seconda ondata del virus.

“Errare è umano, perseverare è diabolico”. Zingaretti ha appunto parlato di false illusioni riferendosi a chi parla di riaprire al più presto tutto quanto per far ripartire l’economia.

“Non sono d’accordo con chi dice riapriamo tutto per salvare le aziende. Se vogliamo salvare le aziende, le piccole e medie imprese, i ristoranti, i negozi dobbiamo dare loro subito e presto dei sussidi. Ma soprattutto dobbiamo sconfiggere il virus”, ha detto Zingaretti.

[Fonte: Ansa]

1