di Veronica Godano 20 Giugno 2020
polizia

Un carico di pesce in condizioni igieniche non sicure è stato sequestrato al casello di Bolzano mentre stava per essere consegnato ad alcuni ristoranti cinesi. L’uomo, un dipendente di una ditta di Brescia, è stato sanzionato con mille euro di multa ai sensi della normativa vigente in tema di trasporti di sostanze alimentari (DL 193/2007) per prodotti accatastati e contenitori aperti dai quali fuoriuscivano anche dei liquidi.

La polizia locale, in primis, ha notato un sovraccarico del veicolo, poi ha deciso di approfondire la questione e ha scoperto che il vano di carico del mezzo si presentava molto sporco, con prodotti alimentari posizionati in modo irregolare, mentre da alcuni contenitori fuoriuscivano dei liquidi.

Grazie al servizio sanitario della Provincia di Bolzano, è arrivata la conferma dell’irregolarità del trasporto. Dunque, una confezione di pesce, la cui tracciabilità non era possibile definire in modo compiuto, è stata sequestrata per la successiva distruzione ad opera del personale sanitario intervenuto.

E come, a tal proposito, dimenticare quanto accaduto qualche giorno fa a Torino dove è stata chiusa una gastronomia a causa delle blatte trovate in cucina insieme ad alimenti mal conservati.

[Fonte: Il Dolomiti]