di Valentina Dirindin 3 Settembre 2020

Anche i ristoranti stellati Michelin di New York City dicono che non sopravviveranno all’inverno se non si potrà riprendere a mangiare al coperto. Il problema dell’arrivo della brutta stagione preoccupa i ristoratori americani già da un pezzo: il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo aveva infatti avvertito che esiste la possibilità che in autunno i ristoranti e i bar di New York City vengano di nuovo chiusi a causa del Coronavirus.

L’incertezza riguarda la ripresa delle attività al chiuso, mentre fino a ora la bella stagione ha reso possibile quantomeno la ristorazione all’aperto. A preoccuparsi per il futuro sono anche i proprietari dei ristoranti stellati della Grande Mela. Il lockdown ha infatti imposto loro quasi tre mesi di chiusura, permettendogli di riaprire – ma solo all’aperto e con regole molto rigide – lo scorso 22 giugno.

Ora, dicono, è arrivato il momento di sapere se potranno continuare a lavorare in autunno, perché altrimenti non potranno resistere alla crisi e si troveranno a dichiarare fallimento. Il programma di ristorazione all’aperto termina infatti il 31 ottobre e finora il sindaco Bill de Blasio non ha proposto alcun piano per consentire alle persone di rientrare nei ristoranti.

“Se non apriamo all’interno, sarà un disastro”, ha detto al Wall Street Journal Daniel Boulud, del famoso ristorante bistellato Daniel sulla 65esima strada.

[Fonte: Daily Mail]