di Valentina Dirindin 11 Aprile 2021
ioapro

I ristoratori di IoApro indicono una nuova protesta per la giornata di lunedì: “circonderemo il Parlamento” dicono, annunciando la partecipazione di 20mila (talvolta parlano di 50mila) persone.

Sottolineano però, dopo i fatti di Montecitorio della scorsa settimana, di voler fare una protesta pacifica. “Senza violenza, in maniera gandhiana” , e speriamo davvero che sia così.

D’altronde, una nuova manifestazione era nelle intenzioni del gruppo di ristoratori che chiede a gran voce e da tempo la riapertura dei locali. Dopo la manifestazione di Montecitorio, infatti, i rappresentanti di IoApro avevano chiesto di essere convocati nel giro di 48 ore per discutere con il Governo un piano per le riaperture.

Anzi, secondo alcuni post degli scorsi giorni, l’ultimatum era proprio per un ok alle riaperture, che era comunque prevedibile non sarebbe arrivato. Scaduto l’ultimatum, sarebbero tornati nuovamente in piazza. Nessuna convocazione da parte del Governo, ultimatum scaduto, nuova mobilitazione degli aderenti al movimento per le riaperture.

Dunque, la nuova protesta è prevista per lunedì, e sulla pagina Facebook ci si confronta per organizzare pullman che portino i ristoratori a Roma da varie città d’Italia, e c’è anche un albergatore della Capitale che si dichiara disponibile ad affittare le sue stanze al prezzo simbolico di 20 euro, per i manifestanti che dovranno pernottare a Roma.