di Valentina Dirindin 2 Settembre 2019

Sconcerto a Rivarolo Canavese, paese in provincia di Torino, dove una donna è morta mentre faceva la spesa in un discount della catena Eurospin, che però non ha ritenuto opportuno chiudere a causa dell’avvenimento, ed è restato aperto.

Il fatto, che non ha mancato di suscitare polemiche in un acceso dibattito social (e non solo) tra chi ha preteso la chiusura del supermercato e chi sosteneva che non fosse necessario, è avvenuto nella mattinata di sabato 31 agosto, quando il discount piemontese era aperto da pochi minuti. Una cliente particolarmente mattutina, una donna pensionata di 74 anni residente a Castellamonte, è stata colta da un malore improvviso e si è accasciata proprio all’ingresso del punto vendita.

Nonostante l’accaduto, e la presenza di una donna deceduta all’ingresso del supermercato (il corpo è stato poi recuperato dall’agenzia di pompe funebri intorno alle 11, due ore dopo che era stato dato l’allarme all’ambulanza), il centro commerciale è rimasto aperto, e tutte le operazioni di vendita all’interno del discount sono proseguite come se nulla fosse, eccezion fatta per la zona in cui si trovava il corpo senza vita dell’anziana signora.

Insomma, il commercio batte il lutto uno a zero e, come si suol dire, the show must go on.

[Fonte: Quotidiano Canavese]