Roma: chiusi due minimarket per cibo in pessime condizioni igieniche

A Roma sono stati chiusi due minimarket: durante i controlli è stata riscontrata la presenza di cibo in pessime condizioni igieniche.

cibo

Andiamo a Roma perché qui due minimarket sono stati chiusi e sanzionati: durante dei controlli è stato ritrovato del cibo in pessime condizioni igieniche.

Il Questore Della Cioppa aveva predisposto un servizio di controlli straordinario per quanto riguarda i quartieri del Casilino e la zona est della Capitale. Obiettivo di tali pattugliamenti era quello di scongiurare reati predatori, spaccio e consumo di sostanze stupefacenti. Inoltre i controlli erano mirati anche a verificare l’attività degli esercizi commerciali.

Carrello spesa

Proprio durante un controllo in un minimarket di via Casilina, ecco che gli agenti hanno rilevato gravi carenze igienico sanitarie per quanto riguardava la merce esposta. Per tale motivo, la merce in questione è stata sequestrata e il minimarket è stato chiuso a causa del potenziale pericolo per la salute pubblica. In aggiunta il titolare è stato anche multato per non aver esposto i prezzi della merce in vendita.

Ma non è finita qui. In un bar di via Borghesiana, sono state imposte prescrizioni a causa di elementi tecnico-strutturali non a norma. In un altro minimarket in via Militello, invece, sito in zona Finocchio, gli agenti hanno deciso di sequestrare 40 kg di prodotti alimentari di origine animale e 8 kg di prodotti di origine vegetale, sempre non conformi al consumo. Anche in questo caso il minimarket è stato chiuso a causa del potenziale pericolo per la salute pubblica.

Sempre a Roma a giugno erano stati sequestrati 44 kg di cibo non conforme in un ristorante giapponese.

Potrebbe interessarti anche