di Manuela 27 Novembre 2020
birre

Spostiamoci a Roma, per un fatto di cronaca: qui un commerciante è stato picchiato da una banda di giovani per delle birre non regalate. Esatto, avete capito bene: i ragazzini hanno aggredito il dipendente di un chiosco perché questi si era rifiutato di regalare loro delle birre.

Tutto è accaduto qualche sera fa in piazza di Porta San Giovanni. Qui si trova un chiosco-bar dove lavora un dipendente, un cittadino del Bangladesh di 64 anni. Il gruppo di bulli ha preteso che il commerciante gli desse delle bottiglie di birra senza pagarle. Al rifiuto dell’uomo, il branco si è scatenato e lo ha aggredito, rubando le bottiglie e danneggiando il chiosco.

Il branco era formato da ragazzi di età compresa fra i 15 e i 20 anni, tutti di origine romana tranne il più grande, di origine cubana. Alcuni passanti, notando cosa stesse accadendo, hanno subito chiamato i Carabinieri. Una volta giunti sul posto, però, i ragazzi sono riusciti a fuggire, salvo un 18enne e sei complici, bloccati dai Carabinieri grazie anche all’ausilio di una seconda pattuglia dei Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone giunta in loco per aiutare i colleghi.

Il 18enne è stato così arrestato, mentre tutti gli altri ragazzi sono stati denunciati a piede libero. Il dipendente non ha fortunatamente riportato lesioni gravi.

Accompagnato in caserma, ha poi proceduto a formalizzare la denuncia, riconoscendo subito i ragazzi che erano stati fermati e portati negli uffici della Stazione Roma San Giovanni. Per loro l’accusa è di rapina in concorso. Nel frattempo, poi, le indagini proseguono: si cerca di identificare anche gli altri partecipanti alla rapina.