di Marco Locatelli 18 Novembre 2020

Ieri sera 14 uomini e 2 donne di nazionalità afghana e irachena sono sbarcati (con due barche a vela) sulle spiagge di Nerano, in Costiera Sorrentino-Amalfitana.

Una situazione ancora da chiarire – visto che si tratta di una zona insolita per lo sbarco di migranti – ma una salumiera del posto non ha perso tempo e ha immediatamente alzato la serranda del suo negozio per rifocillare i sedici profughi.

La donna, la signora Rosa Esposito del negozio Olga’s Alimentari, ha dichiarato ai microfoni di Fanpage.it: “Il cibo e l’acqua? Ma a me pare normale, ma chi nega l’acqua e il cibo? Sono esseri umani e io sono un essere umano. Il Comune si è comportato bene, ha subito organizzato l’accoglienza, così come le forze dell’ordine, questo lo posso dire?”

Sul posto, ovviamente, anche Carabinieri, Capitaneria di Porto e autorità sanitarie. Ai sedici migranti sono stati effettuati tutti i test di routine, compreso il tampone per il Coronavirus.

 

FONTE: Fanpage.it