di Valentina Dirindin 27 Febbraio 2021
sardegna

La Sardegna sarà ufficialmente la prima zona bianca d’Italia, con la riapertura graduale di tutte le attività, compresi i bar e i ristoranti.

Quella che sembrava una prospettiva lontanissima nel colorato sistema dell’Italia a semaforo, alla fine, è diventata realtà: una ragione ha finalmente raggiunto lo status di ritorno alla normalità.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato le ordinanze sulla base dei dati ricevuti dall’isola, che per la terza settimana consecutiva  hanno fatto registrare l’RT più basso d’Italia ; e la conferma è poi arrivata anche dall’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu. Dunque, finalmente, la Sardegna può ritornare alla normalità: spostamenti liberi, bar e ristoranti aperti anche alla sera, così come palestre, luoghi di ritrovo, musei, cinema e teatri.

Gli unici obblighi, in sostanza, sono l’utilizzo della mascherina e il distanziamento nei luoghi pubblici.Una riapertura che però, fa sapere il presidente della Regione Christian Solinas, sarà graduale: presto verranno definite le modalità per riaprire in maniera controllata tutte le attività e per spostare l’orario del coprifuoco serale.

[Fonte: Unione Sarda]

1