di Valentina Dirindin 11 Marzo 2020

Un cittadino di Sciacca, in Sicilia, è stato denunciato per essere andato a fare la spesa al supermercato nonostante fosse positivo al Coronavirus. Una vicenda che ci ricorda quanto è diffusa l’incoscienza nei confronti di una situazione che sta paralizzando l’intera Italia, e ci ricorda anche quanto è importante restare il più possibile chiusi in casa.

Il cittadino, un inserviente dell’ospedale di Sciacca, in provincia di Agrigento, aveva contratto il virus nelle scorse settimane. Nonostante questo, tuttavia, è stato fermato mentre faceva tranquillamente la spesa al supermercato, rischiando di contagiare decine di persone. A far scattare il controllo da parte delle forze dell’ordine pare sia stata una segnalazione di alcuni suoi vicini di casa che lo avrebbero visto già diverse volte prima del fatto violare la quarantena obbligatoria.

Immediatamente è scattata la denuncia per concorso colposo in epidemia e inosservanza delle normative disposte per far fronte all’emergenza Coronavirus. Dalla sua parte, il denunciato – che pare abbia sostenuto di stare bene e che il virus non è poi così contagioso – si è difeso spiegando alle forze dell’ordine che nessuno poteva fare la spesa al posto suo. Ora, per questa imprudenza, rischia fino a dodici anni di carcere.

[Fonte: La Repubblica Palermo]