di Patrizia 5 Luglio 2019
seppie

Seppioline vendute quanto l’oro, stando al prezzo di vendita al mercato di Chioggia, dove sono state esposte sul banco con un prezzo sul cartellino da capogiro: ben 192 euro al chilo. Ma qual è il motivo di un costo decisamente elevato per questo frutto del mare?

Le seppioline diventano il nuovo oro nero del mare? Al mercato ittico di Chioggia il mollusco è stato venduto a un prezzo record, in seguito all’offerta di un ristorante di Mestre che, a quanto pare, non bada a spese per la qualità del proprio prodotto. Le seppioline sono al momento una primizia, non sono prodotti stagionali, mentre tra qualche tempo saranno maggiormente disponibili e, quindi, si presuppone anche che il prezzo possa decisamente scendere.

La media del periodo di solito si attesta intorno ai 130-140 euro al chilo, un prezzo comunque molto elevato. Ma questa volta si è andati decisamente oltre: si vede che la domanda era decisamente superiore, tale da portare il ristoratore a spendere qualcosa di più pur di accontentare la sua clientela. Il compratore non ha di certo badato a spese per portarsi a casa i due chili di seppioline che erano disponibili al mercato ittico di Chioggia. Forse per essere l’unico a poterle servire nei dintorni: un’esclusiva che vale quel prezzo?

L’asta è subito partita forte e l’astante ha tirato su il prezzo fino a strappare quella che è una vera e propria cifra da record, che potrebbe influenzare le aste future. Soprattutto per quello che riguarda i “prodotti non di stagione” che arrivano dal mare. Le seppie, infatti, si trovano di solito a gennaio, a marzo, ad aprile e poi niente fino a settembre, ottobre, novembre, dicembre.