Spagna: allargato l’uso del Green Pass per entrare in bar e ristoranti

Anche la Spagna, alla fine, di fronte all'aumento dei casi di Coronavirus introduce l'obbligo del Green Pass per poter entrare in bar e ristoranti al chiuso.

tramonto spagna

La Spagna, in molte regioni, allarga l’uso del Green Pass obbligatorio per accedere a bar e ristoranti. In sempre più regioni spagnole infatti si è deciso di imporre l’uso del certificato digitale Covid valido nei paesi dell’Unione Europea, nel tentativo di frenare il recente aumento dei casi di coronavirus.

Le nuove misure arrivano, come un po’ in tutta Europa, in seguito a un’impennata dei nuovi casi positivi: secondo l’ultimo rapporto del ministero della Salute spagnolo, diffuso giovedì sera, il tasso di incidenza a 14 giorni è ora di 160 casi ogni 100.000 abitanti, in aumento di 11 punti rispetto al report precedente. Con l’aumento delle infezioni, gli ospedali spagnoli stanno subendo una maggiore pressione.

Green Pass Ristoranti

Secondo gli ultimi dati, sono in ospedale 3.273 pazienti Covid-19, 101 in più da mercoledì. Nel frattempo, nelle unità di terapia intensiva (ICU), il tasso di occupazione è salito al 6,22%, al di sopra della soglia di basso rischio del 5%. Così, sei delle diciassette regioni spagnole hanno ricevuto l’approvazione del tribunale per rendere il certificato una condizione per l’ingresso in determinati spazi, come bar e ristoranti. Si tratta di Galizia, Aragona, Isole Baleari, Murcia, Catalogna e Navarra, anche se i luoghi dove è richiesto il certificato Covid variano da regione a regione.