di Valentina Dirindin 17 Agosto 2020

Si sono giustamente infuriati i produttori spagnoli di Jamon Iberico alla notizia che alcuni capi di bestiame sono stati venduti ad alcune aziende degli Stati Uniti.

Il pregiatissimo prosciutto spagnolo, prodotto esclusivamente a partire da maiali iberici che trascorrono gli ultimi mesi della loro vita mangiando ghiande, è una tradizione secolare della Spagna. Ora però due diverse società americane sono riuscite a importare negli Usa i preziosissimi maiali spagnoli.

L’obiettivo, naturalmente, è quello di iniziare a produrre il proprio prosciutto, Made in Usa, che verrà commercializzato come jamón ibérico armericano o semplicemente come carne iberica. Acornseekers, fondata a Flatonia, Texas, da due spagnoli, e Iberian Pastures, un’altra impresa ispano-americana nello stato della Georgia, sono state entrambe create di recente per conquistare il mercato americano con la loro versione di prosciutto spagnolo.

Insomma, la Spagna rischia di farsi scippare così l’unicità del proprio caviale, un po’ come succede anche con tanti prodotti d’eccellenza italiani. Per questo i produttori spagnoli sono sul piede di guerra. “Il vero problema è che siamo una nazione di idioti che hanno dato via un patrimonio che i nostri governi non hanno fatto nulla per proteggere”, ha detto Constantino Martínez, consulente dell’industria del prosciutto.

[Fonte: The Guardian]