di Valentina Dirindin 16 Aprile 2020
coop falsi buoni spesa

In tempi di emergenza Coronavirus, purtroppo i truffatori non si fermano, e c’è chi propone falsi buoni spesa Coop per rubare i dati dei consumatori. La Polizia postale ha infatti scoperto una nuova truffa, consistente nell’invio di presunti buoni del valore di 250 euro per il ritiro di generi alimentari gratuiti. Il tutto, secondo il messaggio che arriva ai consumatori, sarebbe organizzato dalla Coop “per sostenere la nazione durante la pandemia di Corona”.

Purtroppo, il messaggio non corrisponde al vero e il fine è quello di rubare dati ai consumatori che cascano nella truffa. Coop ha infatti presentato una denuncia alla Polizia postale di Bologna contro chi ha diffuso questo messaggio, e raccomanda a tutti i consumatori di consultare esclusivamente il sito ufficiale dell’azienda per conoscere promozioni e/o offerte varie.

Come sempre, la Polizia postale ricorda che i cyber criminali sfruttano meccanismi psicologici, come l’urgenza o la possibilità di ottenere un vantaggio personale. E raccomanda di non cliccare mai sui link che vengono proposti da messaggi analoghi, non compilare mai moduli online con i dati personali e verificare sempre sui siti ufficiali le informazioni ricevute. I casi sospetti di messaggi che possono apparire come truffe possono essere segnalati dai cittadini sul sito della Polizia postale.

[Fonte: Qui Finanza]