di Valentina Dirindin 10 Dicembre 2020

Il Governo starebbe pensando a una modifica sul divieto degli spostamenti tra Comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno.

Divieto che aveva sollevato diverse polemiche, anche tra i ristoratori, soprattutto tra quanti magari hanno un locale in zone un po’ sperdute, lontane dai centri urbani, o in Comuni con pochi abitanti. Noi comunque, per chiarire la situazione, ne avevamo sentiti un paio davvero meritevoli, tra i ristoratori di provincia, e ci erano sembrati poco o per nulla preoccupati.

Detto ciò, anche loro accoglierebbero con favore la modifica che sembra essere al vaglio dal Governo, su pressione soprattutto dei sindaci italiani, ma anche di membri della maggioranza, che hanno espresso perplessità sull’impossibilità di muoversi a Natale e Capodanno, soprattutto se si abita in piccoli Comuni.

Pare infatti che il Presidente del Consiglio stia prendendo in considerazione l’idea di un dietrofront sull’ultimo DPCM, riguardo appunto alla possibilità di spostarsi da un Comune all’altro durante le festività.

La possibilità di modificare il DPCM in vigore potrebbe arrivare con un’interpretazione estensiva delle situazioni di necessità che giustificano lo spostamento tra Comuni. Conte, a tal proposito, vedrà i capi delegazione e i  capigruppo delle forze di maggioranza al suo rientro dal Consiglio europeo di Bruxelles, e poi prenderà una decisione.

[Fonte: Ansa]