di Marco Locatelli 3 Marzo 2021
carabinieri

Spray al peperoncino contro i clienti di un bar di Valvasone Arzene (Friuli-Venezia Giulia). Protagonista del folle gesto un uomo che, urlando frasi come “qua c’è assembramento” o “i locali devono chiudere”, ha spruzzato la sostanza urticante contro gli avventori del locale. Ma a pagarne il prezzo più alto la titolare, che in seguito all’esposizione ha accusato problemi respiratori.

Il fatto è accaduto ieri pomeriggio, 2 marzo, al bar “Al posto giusto” in piazza Libertà di Valvasone. Il vandalo ha dato il via alla sua singolare “crociata” anti assembramento contro i clienti dei tavoli che si trovavano all’esterno del locale.

I clienti, circa 5/6 come riporta il Gazzettino.it, si sono spaventati e sono scappati alla vista dell’uomo. La titolare del bar, Giorgia Fantin, ha accusato problemi respiratori a causa dello spray tanto che si è reso necessario l’intervento di un’ambulanza. Fortunatamente per la donna non è stato necessario il ricovero in ospedale.

L’uomo “dello spray” è stato rincorso dalla madre della titolare e da un ragazzo che sono stati in grado di bloccare e costringerlo ad attendere l’arrivo dei carabinieri di Casarsa e della polizia locale di Valvasone Arzene. L’uomo sarà denunciato per porto di oggetti atti ad offendere e rischia anche una denuncia per lesioni.

Fonte: Il Gazzettino.it

1