di Valentina Dirindin 18 Novembre 2019
starbucks chicago

Ha aperto a Chicago lo Starbucks più grande del mondo, addirittura più di 10mila metri quadrati di store disposti su cinque piani.

Fino a oggi, la più grande location di Starbucks era stata la Tokyo Roastery, ma questo nuovo locale situato nel quartiere Magnificent Mile di Chicago lo ha battuto. Un omaggio alla città e alla regione, sostiene la catena di caffetterie americane, visto che qui si trovano quasi ottocento punti vendita con oltre 18mila persone occupate. D’altronde, la sola gigantesca roastery appena aperta ha duecento dipendenti.

Ovviamente, uno spazio così grande non si limiterà a proporre solo caffè: oltre alla roastery, a disposizione dei clienti ci saranno anche specialty coffees e una selezione di tè, e un cocktail bar. Anche la proposta gastronomica, in questo speciale punto vendita, sarà ampliata rispetto a quella usuale, con un’offerta di dolci, pane e lievtiti firmata da Princi.

Inoltre, la roastery sarà anche la prima sede della catena in tutti gli Stati Uniti a servire gelato preparato con azoto liquido (già servito nella roastery di Milano). Ma il core business, ovviamente, resterà il caffè, con tre diverse postazioni bar che serviranno caffè in sette diverse modalità: Starbucks Reserve Coffee Bar, con una proposta più “classica”, Barrel-Aged Coffee Bar, la parte in cui vengono serviti anche i cocktail e in cui è possibile degustare caffè con chicchi invecchiati in botte e Experiential Coffee Bar, dove il caffè si trasforma in esperienza.

È proprio qui che la proposta di Starbucks a Chicago vuole realizzare una nuova modalità di fruizione del caffè, di tipo “esperenziale”: un’offerta che dia “ai clienti l’opportunità di immergersi nell’arte, nella scienza e nel teatro del caffè”, spiegano dall’azienda in occasione dell’apertura.

[Fonte e immagine: CNN]