di Manuela 18 Maggio 2021
starbucks

Anche Starbucks ha deciso di aggiornare le sue linee guida in materia di mascherine, adeguandosi alle nuove indicazioni fornite dal Centers for Disease Control and Prevention. In pratica l’uso delle mascherine sarà facoltativo per i clienti vaccinati, ma a patto che non ci siano diverse restrizioni causate da particolari situazioni epidemiologiche locali.

Infatti le mascherine saranno ancora obbligatorie in quei posti dove le normative locali o statali le richiedono. Starbucks ha specificato che le mascherine saranno facoltative per tutti i clienti vaccinati a partire da lunedì 17 maggio, a meno che non siano norme locali che le impongano pe legge.

Starbucks ha poi sottolineato che, per continuare a garantire la salute e il benessere dei partner e dei clienti, ecco che i servizi igienici rimarranno comunque temporaneamente chiusi al pubblico in quei negozi il bar o i posti a sedere nel bar non siano disponibili.

Effettivamente il CDC ha da poco dichiarato che gli americani completamente vaccinati non hanno più bisogno di indossare le mascherine al chiuso e non devono indossarle all’aperto, neanche negli spazi affollati. E questo nonostante gli epidemiologici statunitensi una settimana fa avessero indicato la necessità di fare più vaccini prima di aprire i ristoranti all’interno.

Tuttavia le aziende private possono ancora richiedere l’obbligo di indossare le mascherine. Inoltre il CDC ha stabilito alcune eccezioni a tali indicazioni: ha raccomandato, infatti, di continuare a indossare le mascherine nelle strutture sanitarie, negli aeroporti, nelle stazioni ferroviarie, sugli aerei e sui mezzi pubblici.

[Crediti | USAToday]