di Manuela 4 Dicembre 2019
tradimento

Negli Stati Uniti una donna scopre il tradimento del marito grazie alla recensione di un critico gastronomico. La storia sembra assurda, anche lo stesso critico ne è rimasto sorpreso, ma secondo quando rivelato è stato proprio grazie alla recensione del critico gastronomico Tom Sietsema se questa moglie è riuscita a scoprire il marito fedifrago.

Tom Sietsema è un critico gastronomico che scrive in una rubrica settimanale sul Washington Post. La donna ha scritto al critico una serie di messaggi che poi l’uomo ha reso pubblici. Riassumendo: il critico gastronomico aveva pubblicato, come sempre, la sua recensione sul Washington Post corredandola di una foto. Peccato che nella foto la donna avesse notato la presenza del marito a cena con un’altra donna.

Così la moglie tradita ha scritto a Tom ringraziandolo perché la sua ultima critica gastronomica era accompagnata dalla foto del marito a cena con una donna che non era lei. Il marito, poi, messo di fronte all’evidenza dei fatti e delle prove fotografiche, non ha avuto altra scelta che quella di confessare di avere una relazione extraconiugale. La moglie ha deciso così di scrivere a Tom pensando di farlo divertire avvertendolo del ruolo che aveva inconsciamente avuto in questo dramma famigliare. E visto che tutto è accaduto durante il giorno del Ringraziamento, la donna lo ha ringraziato per aver denunciato il marito infedele.

Tom Sietsema, non appena ricevuto il messaggio, ha pensato subito che si trattasse di uno scherzo. Incuriosito, poi, ha indagato un po’ e ha scoperto che quello che la donna gli aveva detto era vero. Tom ha spiegato che aveva involontariamente svelato un tradimento coniugale e che, inizialmente, questo fatto lo aveva fatto sentire in colpa perché il matrimonio era poi finito. Ripensandoci a menta fredda, però, tramite un post su Twitter Tom Sietsema ha colto l’ironia della situazione e ha voluto scherzare lanciando un monito giocoso: “Traditori, state attenti!”. Ecco il post di Twitter in questione:

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento