Stefano Patuanelli: “Mi batterò in Ue perché il Nutriscore sia abbandonato”

In occasione del consiglio nazionale di Coldiretti, il neo ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Patuanelli promette la sua battaglia in Europa contro il Nutriscore.

Torna a far discutere il sistema di etichettatura Nutriscore. Questa volta a farsi portavoce dell’annosa diatriba il neo ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Stefano Patuanelli, in occasione del consiglio nazionale della Coldiretti, che promette dura battaglia in Europa.

“Non è accettabile che in Italia si passi ad un sistema di etichettatura come il Nutriscore: finché sarò ministro mi batterò con tutte le forze affinché il Nutriscore venga abbandonato, è un danno enorme per il nostro paese”, ha dichiarato il ministro.

“Non c’è un tema di salute in senso assoluto rispetto al cibo, è un tema di equilibrio e di quantità – ha spiegato Patuanelli -: su questo in Europa si gioca il futuro dell’agroalimentare italiano. Noi dobbiamo avere la forza di imporre la nostra visione”.

E sulla ripartenza della ristorazione, lo stesso ministro Patuanelli ha spiegato di essere al lavoro con Cts per lavorare ad un protocollo ad hoc. “Il Fondo pensato a inizio anno è stato utile, ma ora dobbiamo avere la forza di garantire alle persone di poter tornare al ristorante. Anche perché ci sono comparti fornitori, come quello del vino in grande sofferenza”.

In questo articolo spieghiamo bene cosa è il Nutriscore e i motivi per i quali piace così poco all’Italia (e ad altri paesi europei).

Fonte: askanews e ANSA

Potrebbe interessarti anche