di Marco Locatelli 19 Gennaio 2021

Con milioni di turisti stranieri in meno che gironzolano per le vie del Bel Paese anche lo street food crolla. Sulla base dei dati di Bankitalia, da gennaio a ottobre 2020 l’assenza del turismo straniero causa Covid ha portato al sistema turistico italiano la perdita di 23 miliardi di euro.

E a pagare il prezzo più alto, oltre ovviamente alle strutture ricettive anche il settore agroalimentare, e tra questi il cibo di strada, come sottolinea Coldiretti in una nota.

Tra le aree più colpite, rivela Coldiretti, le città d’arte da sempre meta preferita del turista straniero e ricche di ristoranti, trattorie e bar che si sono ritrovati semi deserti in questo funesto 2020. Dura anche per gli agriturismi, dove gli ospiti stranieri sono mediamente il 50%.

Lo stop delle vacanze invernali – avvisano da Coldiretti – non farà altro che incrementare questi già preoccupanti numeri.

Fonte: Street Food News