di Valentina Dirindin 27 Aprile 2020
supermercati

Quali sono i supermercati più virtuosi sul tema dell’attenzione al rispetto dei diritti umani delle realtà coinvolte nelle filiere di approvvigionamento agricolo dei loro prodotti? A dircelo è una ricerca di Oxfam Italia, che ha analizzato le azioni compiute nell’ultimo anno da cinque big player della grande distribuzione organizzata in Italia.

I risultati dell’indagine (che ha tenuto conto del rispetto dei diritti umani, della sensibilità verso le questioni di genere, e della lotta al capolarato) sono finiti nella campagna “Al giusto prezzo”, che mira alla sensibilizzazione delle parti coinvolte sui temi presi in esame.

Basandosi su dati pubblici resi disponibili dalle stesse aziende, Oxfam ha analizzato le azioni di Coop, Esselunga, Conad, Eurospin e Selex. A uscire tendenzialmente promossa dall’indagine è Coop, che guida la calssifica dei supermercati “virutosi” con un punteggio complessivo del 40%, anche se, guardando sul lungo termine, chi è cresciuto di più è Selex, che passa dallo 0% del 2018 a un 23% del 2019. Buoni anche i progressi fatti sui temi analizzati da Esselunga (che raggiunge il 28%, con un miglioramento del 25% rispetto all’anno precedete sulla tutela dei lavoratori e sulla difesa dei piccoli produttori) e Conad, che si assesta al 25%. Meno bene i dai riguardanti il leader italiano dei discount, Eurospin, che chiude la classifica con un risultato del 2% appena.

[Fonte: La Repubblica]