di Valentina Dirindin 23 Marzo 2020

Ci sono persone più in difficoltà di altre, in questo momento: per questo alcuni supermercati (Esselunga e Novacoop) hanno deciso di riservare una coda prioritaria per gli operatori sanitari in prima linea ella gestione dell’emergenza. Una corsia preferenziale di accesso alle casse del supermercato, riservata a tutti coloro che lavorano negli ospedali e che si fanno in quattro per arginare la diffusione dell’epidemia da Coronavirus.

Le categorie che avranno diritto alla coda riservata all’Esselunga sono  medici, infermieri, Oss, farmacisti, dipendenti e volontari di protezione civile e croce rossa: a loro tutti basterà esibire un badge di riconoscimento (o, per i volontari, un’autorizzazione/delega dell’Ente Committente) e potranno saltare la coda.

Simile il provvedimento adottato dai  63 negozi Nova Coop di Piemonte e alta Lombardia dove il personale sanitario, munito di tesserino di riconoscimento, avrà diritto di accesso prioritario ai punti vendita e alle casse per effettuare la propria spesa. Un modo sicuramente utile per velocizzare le operazioni di rifornimento alimentare di chi, in questi giorni, è impegnato per lunghissime ore all’interno delle strutture ospedaliere per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, mettendo a rischio la propria incolumità per salvare le vite degli altri. Speriamo solo di non dover mai riportare notizie di altri clienti che si lamentano per la priorità concessa a questi professionisti.

[Fonte: Quotidiano Piemontese]