di Marco Locatelli 24 Aprile 2020

È tempo di test sierologici in varie regioni d’Italia, tra queste anche la Sardegna si è adottata per mappare i suoi cittadini e prevede l’attivazione di postazioni di screening persino davanti ai supermercati.

Sull’isola i controlli partiranno tra lunedì e mercoledì prossimi, dando il via ad una vera e propria indagine epidemiologica su larga scala in tutta la regione.

Si comincia dalla provincia di Sassari, dove verrà stabilito un ordine preciso per le zone da controllare con un elenco di Comuni (la lista non è ancora stata pubblicata) ai quali probabilmente verrà data priorità, come Ossi e Sassari dove il numero di decessi è stato maggiore rispetto ad altri. Similmente a quanto accaduto, ad esempio, in Bergamasca con Nembro, Alzano e Albino.

Con l’obiettivo di ampliare significativamente la mappatura del contagio, in una seconda fase si passerà poi ad un’indagine più “a tappeto” con postazioni per test persino davanti ad alcuni centri commerciali o supermarket delle regione. In questo modo dovrebbe essere possibile registrare un campione di popolazione tale da ottenere dati il più possibile aderenti al reale andamento della diffusione.