di Valentina Dirindin 19 Maggio 2020
liquori

Un terrore per i supermercati torinesi, il ladro di Amaro del Capo, è stato finalmente fermato dalla polizia. Sembra quasi la trama di un film poliziesco, e invece è successo davvero.

L’uomo, un quarantenne torinese, pare sia stato segnalato già una decina di volte per aver commesso furti e rapine con un identico modus operandi e un unico obiettivo: il suo liquore preferito.

L’ultima volta è stato fermato lo scorso 13 maggio, dopo aver commesso il fatto in un supermercato In’s, per cui la titolare ha sporto denuncia (la quinta a partire dall’inizio del mese per lo stesso tipo di furto).

Il ladro di liquori è stato quindi arrestato a Torino, nel quartiere Madonna di Campagna, mentre portava con sè due grandi buste in cui gli agenti hanno trovato dodici bottiglie di Amaro del Capo e due di amaro Lucano. Il quarantenne, che aveva già precedenti di questo genere e aveva collezionato altre sei denunce per questo tipo di reati a partire dall’inizio dell’anno, è stato poi processato per direttissima.

Davanti al giudice ha ammesso le sue colpe, e in realtà ha spiegato che non è che l’Amaro del Capo sia la sua più grande passione, semplicemente rubava un paio di bottiglie sperando di rivenderle e guadagnarci qualcosa.

[Fonte: La Stampa]