di Marco Locatelli 20 Novembre 2020
supermercato

In un periodo storico in cui la questione ambientale e lo smaltimento corretto dei rifiuti è sempre più centrale, risulta che nei supermercati italiani solo il 6,2% dei prodotti alimentari viene confezionato con materiale riciclabile.

Numeri che arrivano da uno studio effettuato dall’Osservatorio Immagino di GS1 Italy e dai quali risulta anche che solo il 25,4% del cibo venduto dalla Grande distribuzione riporta in etichetta le informazioni per uno smaltimento corretto della confezione. Il restante 74,6% non riposta alcune informazioni.

Tra i prodotti alimentari, sono quelli dell’ortofrutta i più “generosi” in termini di informazioni per il corretto riciclo (43,7%), davanti ai prodotti freddi (41,5%), la drogheria alimentare (31,8%), il fresco (26,5%), cura casa (24,3%) e le carni (14,6%).

Il futuro dovrebbe però regalarci una situazione migliore secondo l’indagine di Markets and Markets pubblicata su Food Packaging Forum: la previsione è che, a livello globale, si passerà dagli attuali 174,7 miliardi di valore in packaging eco-friendly a 249 miliardi entro il 2025. Una crescita del 42,8%.

Fonte: Ansa