di Marco Locatelli 18 Agosto 2020

Certo che svegliarsi la mattina e ritrovarsi il tetto ricoperto di cacao deve essere una sorpresa decisamente fuori dal comune, come dentro una fiaba dei fratelli Grimm. Ma quello che è accaduto pochi giorni fa in Svizzera è un fatto di cronaca: il guasto in una fabbrica Lindt ha causato una vera e propria “nevicata di cacao”.

La particolare “precipitazione” è caduta sui tetti delle case di Olten, cittadina svizzera che si trova a metà strada fra le decisamente più popolari Zurigo e Basilea.

Qui, venerdì mattina, la città è stata letteralmente ricoperta di cacao. La colpa è di un guasto allo stabilimento locale della Lindt & Spruengli, famoso marchio di cioccolato.

Il guasto ha colpito il sistema di ventilazione che ha fatto disperdere nell’aria una enorme quantità di polvere di cacao. Il finissimo ingrediente ha quindi generato una vera e propria nube nera che si è depositata sopra gli altri edifici vicini all’azienda, suscitando non poco sgomento fra i cittadini.

Lindt ha già dichiarato la sua disponibilità a pagare eventuali spese di pulizia e ha confermato il guasto, specificando si è trattato di un malfunzionamento della ventilazione di raffreddamento di una linea per la tostatura delle fave di cacao.

FONTE: IL CORRIERE DELLA SERA