di Valentina Dirindin 10 Marzo 2020
movida Roma

Non tutti hanno rispettato da subito le regole imposte dal decreto del Governo per contenere il Coronavirus: lo dimostrano le denunce partite a Torino contro alcuni locali del centro.

Parliamo dei tempi prima di queste ultime disposizioni, che estendono la “zona protetta” a tutta l’Italia. In particolare, parliamo dello scorso weekend: un momento che sembra in effetti piuttosto lontano, in questi giorni sconvolgenti che sembrano lunghi come settimane.

Eppure, soltanto questo weekend la percezione del pericolo epidemia era evidentemente diversa per molti, e le immagini di un sabato sera qualunque hanno riempito le bacheche dei social in tante città. Piazze piene di giovani, locali inequivocabilmente sede di assembramenti, con molta incuranza delle disposizioni già in vigore anche allora, che prevedevano di regolare le entrate e le permanenze nei locali pubblici, assicurando le distanze di sicurezza tra gli avventori.

Questo succedeva evidentemente anche in alcuni locali di Torino, dove la polizia ha effettuato controlli proprio nella serata di sabato 7 marzo, rilevando che dieci locali non avevano fatto rispettare le disposizioni per il contenimento della diffusione del nuovo coronavirus presenti nel Dpcm 4 marzo 2020.
È dunque scattata per i dieci titolari dei locali una denuncia per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

[Fonte: Quotidiano Piemontese]