di Valentina Dirindin 4 Gennaio 2020
Torino

Era stato da poco licenziato dal ristorante in cui lavorava, e ha reagito tornando sull’ex posto di lavoro e aggredendo il proprietario. È successo a Torino, in un locale di Via Bellezia, nel quartiere di San Salvario. Una scena decisamente poco decorosa, in un quartiere frequentatissimo (soprattutto di notte) che spesso – purtroppo – lamenta problematiche di ordine pubblico.

Ma in questo caso non si è trattato di un gruppo di ragazzi che avevano ecceduto con il bere: la rissa è stata frutto di un regolamento di conti personale. L’ex dipendente del locale, un quarantunenne italiano pluripregiudicato, è entrato, accompagnato da un gruppo di amici, in quello che un tempo era il suo posto di lavoro e ha iniziato a minacciare il titolare del ristorante, lamentando che doveva ancora ricevere parte del suo compenso.

Di fronte al rifiuto del proprietario, che ha sostenuto che tutto il dovuto gli fosse stato dato, l’ex dipendente lo ha aggredito prendendolo a schiaffi e pugni. Pare, riferiscono i media locali, che nella collutazione il quarantunenne abbia anche cercato di strappare dal braccio del suo ex titolare alcuni bracciali di valore, probabilmente per rifarsi di quanto sosteneva gli fosse dovuto.

Il tutto, davanti ai clienti che in quel momento si trovavano nel locale, che hanno avvisato le autorità. L’aggressore è stato dunque fermato e arrestato con l’accusa di tentata rapina.

[Fonte: Torino Today]