di Valentina Dirindin 17 Marzo 2020
carrefour, supermercato

I dipendenti di un grosso Carrefour di Torino hanno deciso questa mattina di andare in sciopero, chiedendo di essere dotati di mascherine protettive. È successo questa mattina alle 6, all’ipermercato di corso Montecucco, uno dei più grandi e frequentati della città, tra quelli presi d’assalto nei momenti di panico pre e post decreti del governo (è aperto 24 ore su 24).

Questa mattina, dunque, i dipendenti si sono rifiutati di entrare in servizio, e sono rimasti fuori dal negozio, rispettando il mantenimento delle distanze di sicurezza e stando lontani l’uno dall’altro almeno un metro mentre, pacificamente, protestavano. Più che legittime le loro rivendicazioni, in una situazione in cui i dipendenti sono costretti a lavorare per garantire a tutti quanti di fare la spesa: semplicemente, chiedono che gli vengano fornite delle mascherine per proteggersi dal contagio da Coronavirus.

Al momento, non abbiamo aggiornamenti sulla situazione né su eventuali risposte dell’azienda alle richieste dei dipendenti. La questione però non è nuova: già nei giorni scorsi i sindacati di categoria avevano avanzato richieste di questo tipo, chiedendo per i lavoratori maggiori misure di tutela contro il Coronavirus, come – banalmente – la consegna di mascherine e l’installazione di barriere di plexiglass alle casse.

[Fonte: Quotidiano Piemontese]