di Manuela 30 Settembre 2020
torino

Maxi sequestro a Torino da parte della Guardia di Finanza: è stato confiscato il deposito degli All you can eat che si trova in zona San Salvario, più precisamente fra via Nizza e via Saluzzo, a causa della presenza di alimenti malconservati. E non solo.

Il magazzino era pieno di cibo destinato alla ristorazione, solo che le etichette degli alimenti non corrispondevano esattamente a ciò che c’era nelle confezioni. In particolar modo, la fecola di patate conteneva sodio metabisolfito, palmitato e difosfato disodico: si tratta di conservanti che possono scatenare allergie nei consumatori inconsapevoli.

Inoltre le presunte confezioni di tamarindo contenevano semi vari e miglio, oltre ad essere in parte scadute e con etichette false che indicavano una composizione diversa.

Come se non bastasse, nel freezer la GdF ha trovato chili di pollame, pesce e ortaggi in cattivo stato di conservazione, privi di indicazioni su date di confezionamento e scadenza e coperti di brina (vuol dire che sono stati congelati, scongelati e poi congelati di nuovo). Tutto era conservato in sacchetti di polietilene non destinato a uso alimentare.

Ciliegina sulla torta è stata la scoperta che il titolare del deposito truffava anche in altro modo gli acquirenti: la bilancia segnava un etto in più ogni 9 chili di peso. Alla luce di tutti questi motivi, il titolare è stato subito denunciato alla procura della Repubblica di Torino con le accuse di:

  • frode in commercio
  • utilizzo di falsi sigilli
  • cattivo stato di conservazione degli alimenti

Sempre a Torino, nei giorni scorsi è stato chiuso un bar a causa della presenza di troppi pregiudicati fra i clienti.