di Cinzia Alfè 24 Maggio 2017
Matrimonio Pippa Middleton

Non capita spesso di sistemare bene entrambe le proprie figliole, ma a mamma Middleton è capitata questa fortuna, e dopo il buon partito rimediato per la  primogenita Kate –tal William Windsor, di mestiere futuro re d’Inghilterra– ha degnamente piazzato pure la figlia minore Philippa,  in arte “Pippa”, il cui abito durante il matrimonio della più celebre sorella scatenò il mondo grazie alle inquadrature riservate al velo e al portamento posteriore.

Bene, un paio di giorni fa Pippa è andata in sposa a tal  James Matthews, che non sarà il futuro re d’Inghilterra ma è pur sempre catalogato quale miliardario.

Costo del matrimonio, 300.000 euro circa (250.000 sterline), compresi il vestito di Pippa –12.000 euro–, i fiori –18.000 euro– le bevande –20.000 euro– il catering –circa 80.000 euro– oltre a una torta nuziale del valore, da sola,  di 3.000 euro.

E un menù, va da sé, all’insegna di cibi raffinati che, grazie alla rivista Food and Wine, abbiamo il ragale piacere di illustrarvi.

Antipasti

20.000 canapè con capesante e salmone affumicato, altro che prosciutto e melone! Ven-ti-mi-la. E poi carpaccio di pregiato muntjac  –ovvero cervo– con funghi, e ancora scampi freschi e asparagi in salsa olandese. Il buongiorno si vede dal mattino.

Il misterioso donatore di caviale russo

Per il  vostro matrimonio, non avete forse ricevuto in regalo anche voi l’equivalente di circa 45.ooo euro di caviale russo? Bene, la stessa fortuna è toccata a Pippa. L’unico cibo non originario del Regno Unito presente al banchetto.

Agli ospiti sono stati quindi serviti 8 chili di pregiato caviale Beluga del valore di circa 40.000 sterline (circa 45.000 euro) regalati da “un anonimo donatore russo”.

L’immensa forma di Parmigiano Reggiano

Fonti ben informate riferiscono di una forma spropositata di Parmigiano Reggiano, contornato da innumerevoli cosciotti  di pregiato prosciutto iberico, che i camerieri tagliavano al momento per i fortunati ospiti. Dopo la Russia, un sano tocco mediterraneo non poteva mancare.

Champagne

Non potevano mancare champagne selezionati come un magnum di Ruinart Blanc o anche, finita la cerimonia e per godersi un sano relax, un Blanc de Noir Tillington 2010 della cantina Sussex Nyetimber. Roba non solo vietata ai più, ma anche sconosciuta. Noblesse oblige, e Pippa pure.

Torta

Simbolo gastronomico di ogni matrimonio, la torta era ovviamente in tema con cotanto sfarzo. Confezionata da una prestigiosa casa di cake design di Londra —Domino Purchas— era formata da diversi piani interamente ricoperti di frutta, adagiati su uno strato di glassa candida.

torta matrimonio pippa middleton

Diversamente dalle cerimonie ordinarie, la torta è stata tagliata non alla fine della serata ma durante l’accoglienza pomeridiana, prima della cena vera e propria. Altro che beceri tagli di torta a fine pasto con tagli di cravatta e cori alpini!

Il menu per i pargoli

E in mezzo a tante cure, non è stato ovviamente dimenticato di predisporre per i più piccoli un menù appropriato. Per loro, infatti, compresi il principino George e la sorellina Charlotte, nipoti della sposa, è stato predisposto un menù a base di  piccoli sandwich e insalatina di verdure crude.

Loro, almeno, all’insegna della sobrietà e della semplicità.

Crediti: Food and Wine, La Stampa