di Valentina Dirindin 21 Ottobre 2019
tortino porretta

Più o meno da sempre, è la merenda più iconica a Bologna e dintorni: si tratta del Tortino Porretta, che è pronto a sbarcare nel circuito Horeca e a ricostruire la sua immagine con un’impronta più moderna. Un piano quinquennale, ipotizzato dall’azienda, che punta a fare raddoppiare nei prossimi cinque anni il fatturato della Dino Corsini, storica azienda di Crespellano, in provincia di Bologna, portandolo dagli attuali 15 milioni di euro ai 25-30 milioni nel 2024.

Da quell’azienda, fondata nel 1935, arriva la tortina monoporzione tanto amata dai Bolognesi, che ora si potrà trovare anche nel circuito di bar e caffetterie. L’operazione, accompagnata dall’hashtag  #impalugami (in Bolognese, “allappami”), è accompagnata anche da una modernizzazione del marchio, che punta a una nuova immagine, più giovane e accattivante, magari anche su nuovi mercati.

L’azienda, spiega al Corriere di Bologna Jacopo Malacarne, amministratore delegato della Dino Corsini, vuole “ampliare il numero di catene della grande distribuzione per le quali realizziamo i prodotti a marchio”, “ implementare gli articoli venduti a chi già collabora con noi”, “arrivare nell’Horeca anche con altre merendine” e, infine, allargarsi al mercato estero.

[Fonte: Corriere di Bologna]