di Manuela 25 Gennaio 2021
polizia

Andiamo a Trento perché qui un bar è stato chiuso e il titolare multato perché le forze dell’ordine hanno scoperto al suo interno venti persone che mangiavano tranquillamente sedute ai tavoli e ascoltando musica dopo le ore 18, in aperta violazione delle norme anti Covid-19.

Tutto è accaduto al bar Mesa Verde. Qui gli agenti della Questura di Trento insieme al Nucleo Civico (la squadra “anti-degrado” messa in campo dal Comune) e un’unità cinofila della Guardia di Finanza, hanno scoperto che nel locale, alle 20.30, c’erano circa venti clienti, tutti fra l’altro impegnati a mangiare e bere, con tanto di musica da ballo di sottofondo.

Il proprietario, un uomo di 40 anni originario del Perù, ma da anni residente a Trento, quando ha visto gli agenti ha ammesso che stava violando le normative anti Coronavirus. Così le forze dell’ordine hanno provveduto a identificare tutti i clienti: per la maggioranza erano giovani di 25 anni circa, fra cui anche alcuni volti noti per denunce in passato per rissa o spaccio di sostanze stupefacenti.

Una volta identificati, ecco che sono scattate le multe per 14 clienti per un totale di 6mila euro in quanto trovati a mangiare o bere nel bar dopo le 18. Multa da 400 euro anche al titolare del bar e chiusura temporanea per cinque giorni. Tuttavia altri accertamenti sono in corso, quindi non è del tutto impossibile che la chiusura non possa estendersi ulteriormente.