di Marco Locatelli 19 Maggio 2021
Rider-Justeat

È Trieste la prima città del Friuli-Venezia Giulia dove Just Eat adotta il suo nuovo modello di contratto di lavoro subordinato per i suoi lavoratori, dove il colosso del food delivery assume 160 rider come dipendenti.

L’accordo fra Just Eat e Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporto per il contratto collettivo aziendale che va ad inquadrare i rider nel Ccnl del settore logistica, trasporto, merci e spedizioni prende quindi forma.

“Con l’implementazione del nuovo modello – fanno sapere da Just Eat a Il Piccolo – il gruppo prosegue nel percorso di investimento sul territorio, creando posti di lavoro nella città, generando opportunità a sostegno della crescita del mercato del food delivery e migliorando il livello del servizio”.

Ciò significa che i 160 rider avranno un compenso orario non inferiore a 9 euro all’ora, e gli verranno riconosciuti festività, lavoro straordinario, ferie, malattia, maternità e paternità.

E non è un caso se il colosso Just Eat ha scelto proprio Trieste: qui si registra un incremento annuale del 30% di ristoranti che hanno scelto il servizio digital food delivery, arrivando a oltre 250 attivi oggi.

Fonte: Il Piccolo