di Marco Locatelli 3 Marzo 2021

Al bar non solo per godersi un buon caffè espresso o la colazione brioches e cappuccino, ma anche per corteggiare una cameriera. A Trieste un cliente si reca al bar tutti i giorni per fare il filo ad una giovane barista, ma quest’ultima non ricambia e così – in seguito all’atteggiamento insistente del cliente – decide di sporgere denuncia per molestie.

Le avances si sono infatti portati avanti per oltre un anno e mezzo. Protagonista della vicenda un 44enne di origini calabresi. In seguito alla denuncia, la Corte di Cassazione ha stabilito nella sentenza, depositata il primo marzo 2021, che quello dell’uomo è un corteggiamento “petulante e ossessivo” e quindi è stato condannato a quattro mesi di reclusione.

C’è possibilità di ottenere una sospensione condizionale della pena solo se il corteggiatore risarcirà con 4 mila euro la vittima entro sei mesi dal passaggio in giudicato del verdetto.

Confermata quindi la sentenza emessa il 4 aprile 2019 dalla Corte di Appello di Trieste. Inoltre l’uomo è stato condannato anche a versare altri 3 mila euro alla Cassa delle ammende e – come riporta Il Messaggero – dovrà pagare il gratuito patrocinio al quale ha fatto ricorso la parte offesa che ha entrate a basso reddito.

Fonte: Il Messaggero

1