di Marco Locatelli 13 Luglio 2020
pescatore

Turismo esperienziale come nuova frontiera del turismo marittimo italiano, un ulteriore modo per affrontare la crisi causata dalla pandemia. E così in alcune località c’è chi propone ai turisti di vestire, per un giorno, i panni del pescatore. E sono interessati 6 italiani su 7.

Il turista di turno vivrà dunque la vita del pescatore, prendendo parte ad un’escursione in mare per conoscere i segreti della pesca, mangiare a bordo e tanto altro. Il tutto ovviamente rispettando le norme anti-covid.

L’interesse per questo tipo di attività è alto: secondo un’indagine di Fedagripesca-Confcooperative sono interessati 6 italiani su 7. Ma al momento la proposta è ancora troppo frammentata e legata unicamente ad iniziative estemporanee.

“Occorre creare una rete nazionale che faccia dialogare i nostri operatori, favorendo l’aggregazione dell’offerta nelle marinerie – spiega all’ANSA Fedagripesca – così da proporre al turista un ventaglio più ampio e in grado di far fronte anche a richieste provenienti da gruppi”.