UK: il consumo di carne è diminuito del 17% negli ultimi dieci anni

Nel Regno Unito si consuma sempre meno carne: oggi è il 17% in meno di dieci anni fa, ma per alcuni non è ancora abbastanza per salvare l'ambiente.

carne-rossa-calo-scottona

Nello UK, negli ultimi dieci anni, il consumo di carne medio è diminuito del 17%. Una diminuzione davvero significativa, in qualche modo figlia dei tempi: la carne, negli ultimi anni, è stata additata sia come poco salutare che come poco sostenibile per l’ambiente. La conseguenza, almeno nel Regno Unito, è che se ne mangia molta di meno.

Eppure, a fronte di questi numeri, c’è anche chi sostiene che questa decrescita del consumo di carne non stia avvenendo abbastanza rapidamente: non almeno quanto serve per raggiungere un obiettivo nazionale chiave, ovvero quello di ridurre l’impatto ambientale delle nostre diete.

carne
Questo obiettivo, fissato dalla National Food Strategy, si basa su una revisione dell’intero sistema alimentare del Regno Unito, dall’agricoltura alla produzione industriale, fino alle scelte del singolo consumatore. La raccomandazione, per raggiungere l’obiettivo prefissato, è quella di ridurre il consumo di carne nel Regno Unito addirittura del 30%, quasi il doppio di quanto già fatto Negli ultimi dieci anni.

“Abbiamo bisogno di una riduzione più sostanziale”; ha confermato Cristina Stewart, ricercatrice capo dell’Università di Oxford. Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Lancet Planetary Health, accompagna infatti queste considerazioni: la ricerca ha infatti rivelato che mentre la maggior parte delle persone mangia sì meno carne rossa e lavorata rispetto a un decennio fa, ma mangia più carne bianca.

Potrebbe interessarti anche