UK: supermercati senza merce, troppi lavoratori in isolamento per Coronavirus

Continua la "pingdemia" in UK, ovvero l'isolamento a cui si è sottoposti dopo il "ping" dell'app di tracciamento, e i supermercati restano senza personale e senza merce.

supermercato

In Uk il problema dei lavoratori in isolamento per Coronavirus sta creando reali difficoltà a diversi settori, tra cui i supermercati, che si trovano a corto di merce e di personale.

È la cosiddetta “pingdemia”: il corrispondente della nostra app Immuni “Pinga” (ovvero, fa “ping!”) ogni qual volta che si entra in contatto con un positivo, ed è così preciso e rigoroso che attualmente sono in isolamento più di un milione e mezzo di persone.

Così ristoranti, negozi, distributori di benzina e servizi pubblici si trovano necessariamente fermi, come in un nuovo lockdown.

La carenza di personale è arrivata a un livello tale che Andrew Opie, direttore del settore alimentare presso l’ente commerciale del British Retail Consortium ha affermato che la carenza di personale potrebbe avere un impatto sugli orari di apertura e sull’impilamento degli scaffali.

La situazione è tale che il governo è tentato di includere il personale dei supermercati, i camionisti e altri lavoratori in prima linea in un elenco di coloro che sono esentati dalle regole di autoisolamento.

È stato già annunciato che in alcuni settori si potranno richiedere permessi per il personale, consentendo ai lavoratori considerati essenziali (non si sa ancora quali saranno con precisione), anche qualora vengano “pingati” dall’app test-and-trace di tornare al lavoro dopo un test molecolare.